Esperienza diretta

La vita all’aria aperta in mezzo alla natura è la dimensione più adatta all’infanzia, perché si mette a disposizione dei bambini un sistema naturale di giochi, di possibilità esplorative, di attività che va incontro ai loro desideri e istinti ma al tempo stesso ha un’elevata efficacia educativa. Nel bosco si sviluppa un senso di autonomia e di responsabilità, inoltre si sperimentano le proprie capacità e si accettano i propri limiti. Il vivere all’aperto in gruppo impone lo sviluppo della socialità e insieme si sperimentano la solidarietà e la condivisione. Infine si comprende profondamente e spiritualmente che siamo ospiti di una terra che va preservata ed amata.

Prima di ogni spiegazione, i bambini hanno bisogno di sperimentare una certa cosa per poter poi apprendere l’esposizione verbale e interiorizzarla (Miklitz, 2001). Nella nostra società avviene però spesso il contrario: “Impariamo sempre di più a conoscere il mondo e sempre meno a sperimentarlo, impariamo a dare un nome alle cose e sempre meno a toccarle, impariamo a leggere storie e avventure e sempre meno a viverle” (Bertolasi/Sanguigno/Meyer, 2009).

FINALITÀ

L’AUTONOMIA Gusto e piacere dell’esplorazione e della scoperta autonoma. Competenze fondate sull’esperienza diretta.

MOVIMENTO, ESPLORAZIONE E CURIOSITÀ movimento curiosità come motore della scoperta e dell’apprendimento

L’EDUCAZIONE AMBIENTALE Qualsiasi essere umano tende a proteggere ciò che ama e per amare qualsiasi cosa è necessario viverla.