Osservazione nel bosco

Il bosco offre una varietà di stimoli naturali di movimento attraverso i quali i bambini imparano a prendere consapevolezza del loro corpo e della loro forza. Grazie al costante movimento compiuto dai bambini nelle scuole nel bosco, vengono rafforzati sia l’apparato locomotorio che quello immunitario.    

Elemento molto importante per la vita quotidiana con i bambini e le bambine, è l’atteggiamento educativo. Questo deve corrispondere alla possibilità che il cucciolo impegnato nelle attività si senta libero e padrone delle proprie azioni. L’osservazione è quindi un componente essenziale dell’atteggiamento educativo, accompagnata dalla capacità di attendere i giusti tempi e di accompagnare i bambini e le bambine nei giochi e nelle esplorazioni. Corrisponde ad un modo di proporre le attività non impositivo ma imitativo: l’educatore inizia a fare una attività pensando ai bambini (ad es. costruzione di una torre con i sassi) e questi arriveranno. Arriveranno con la sensazione (peraltro vera) di aver scelto. Oppure l’educatore imita il bambino e lo conduce ad evolvere nella propria idea. Questa modalità di intervento educativo stimola l’autostima, la fiducia, la stima reciproca, la creatività e la conoscenza: le attività diventano così le vie principali per i diversi apprendimenti. L’educatore deve saper cogliere gli apprendimenti e rinforzarli, modificare dolcemente i comportamenti poco adeguati per il gruppo e l’ambiente.